Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Rientro definitivo in Italia dei cittadini iscritti all'AIRE ed esenzione IVA per le masserizie

 

Rientro definitivo in Italia dei cittadini iscritti all'AIRE ed esenzione IVA per le masserizie

RIENTRO DEFINITIVO IN ITALIA DEI CITTADINI ISCRITTI ALL'AIRE ED ESENZIONE IVA PER LE MASSERIZIE

I cittadini iscritti AIRE che rientrano definitivamente in Italia dovranno presentarsi presso il Comune dove hanno deciso di stabilirsi per dichiarare il nuovo indirizzo di residenza.  Nella stessa data il Comune provvederà alla cancellazione dall’AIRE con contestuale iscrizione in APR (Anagrafe Popolazione Residente).  È cura del Comune comunicare ufficialmente la data di decorrenza del rimpatrio al Consolato di provenienza che registrerà nei propri schedari consolari il rimpatrio.

Secondo la normativa vigente, l'Ufficio consolare è competente a trasmettere al Comune italiano le dichiarazioni fornite dai cittadini residenti nella circoscrizione consolare solo relativamente all'espatrio e alla residenza all’estero, ma non relativamente al rimpatrio (DL 71/2011, art. 9, Anagrafe degli italiani residenti all'estero - AIRE). Sulla base dei dati contenuti nello schedario consolare (art. 8 del DL 71/2011) l'ufficio consolare della circoscrizione di immigrazione o di residenza provvede a trasmettere al comune italiano competente i dati richiesti dalla legislazione in materia di anagrafe degli italiani residenti all'estero (AIRE). I dati sono relativi alle dichiarazioni fornite dai cittadini italiani che trasferiscono la propria residenza da un comune italiano all'estero, ovvero a quelle relative alla residenza all'estero, nonché a quelle concernenti il cambiamento di residenza o di abitazione all'estero. La Legge 470/88 (art. 4.1, lett. a), e 5.1) e il DPR 223/1989 (art.13) indicano la competenza degli Ufficiali di anagrafe dei Comuni a raccogliere le dichiarazioni anagrafiche per il trasferimento dall’estero, a provvedere alla cancellazione dalle anagrafi degli italiani all’estero e alla comunicazione agli Uffici consolari interessati.

La cancellazione dall'Aire per rimpatrio con il conseguente aggiornamento dello schedario consolare può avvenire solo in seguito alla conferma dell'iscrizione del cittadino presso l'APR da parte del Comune italiano, che ripristina la residenza anagrafica e l'iscrizione nell'elenco degli elettori nel territorio della Repubblica e ne dà comunicazione all'Ufficio consolare.

Qualora l'Ufficio consolare abbia notizia che il cittadino italiano iscritto nella propria circoscrizione consolare abbia lasciato il territorio, in mancanza di conferma di rimpatrio dello stesso da parte del Comune italiano e di iscrizione in APR, dovrà procedere alla richiesta di cancellazione per irreperibilità, previa verifica del fatto che l'indirizzo di recapito non è più attuale.

L'ESENZIONE IVA PER LE MASSERIZIE AL SEGUITO

Ai cittadini italiani residenti in Oman, iscritti all’AIRE da almeno dodici mesi, che intendono rientrare definitivamente in Italia, e’ consentita l’importazione nel territorio della Repubblica in franchigia doganale delle proprie masserizie (effetti personali, arredi, veicoli, apparecchi radiofonici, televisori ed impianti HI-FI, utensili e strumenti necessari alla professione, nonché degli altri oggetti d’uso domestico).

Questa agevolazione e' concessa anche ai coniugi di cittadini italiani residenti in Italia che si trasferiscono in Italia entro sei mesi dalla data del matrimonio.

Le esenzioni doganali si applicano alle masserizie possedute ed usate dal richiedente e destinate ad uso personale da almeno 6 mesi.

Il rientro delle masserizie deve avvenire entro 12 mesi dalla data dichiarata come ultimo giorno di residenza all’estero e deve avere come destinazione l’indirizzo di residenza che l’interessato ha fissato in Italia al suo rientro.

A tal fine il Consolato rilasciera' una dichiarazione di rimpatrio attestante il possesso dei requisiti richiesti (periodo di permanenza all’estero e rimpatrio definitivo) da presentare all’Ufficio di Dogana in Italia. Per la dichiarazione consolare di rimpatrio, che e' gratuita e viene rilasciata a vista, l’interessato si presentera' presso gli sportelli del Consolato all’appuntamento che richiedera' all’indirizzo di posta elettronica consolare.mascate@esteri.it  fornendo i seguenti documenti:

copia del Passaporto italiano
Visto o Permesso di soggiorno in Oman
Dichiarazione di rimpatrio
Biglietto aereo

Un esempio, puramente indicativo, di elenco  masserizie e' disponibile al seguente link.

Tali esenzioni si estendono anche ai cittadini UE che stabiliscono la propria residenza in Italia dietro presentazione di una attestazione rilasciata dalla propria rappresentanza competente per l'Oman da cui emerga il requisito della residenza in Oman registrata presso l'anagrafe dei cittadini residenti all'estero da almeno 12 mesi.


64